I coloranti alimentari sono sicuri per i cani? Cosa c'è nel colorante alimentare?

  diversi coloranti alimentari in vetro



La maggior parte degli alimenti viene trasformata, sia per gli esseri umani che per i cani. La lavorazione altera lo stato naturale degli alimenti e rimuove i batteri, ne migliora la durata e li rende visivamente attraenti. Gran parte di questo è il colore: la maggior parte di ciò che mangiamo sarebbe grigio (e poco appetitoso!) Senza coloranti alimentari.

Ma i coloranti alimentari sono sicuri per i cani? Cosa c'è dentro? I colori vengono aggiunti a nostro vantaggio poiché i nostri cani non possono percepirli. I cani non ne hanno bisogno e non offrono alcun valore nutritivo, quindi sorge la domanda sul perché ci preoccupiamo affatto?





Sebbene i coloranti alimentari siano generalmente sicuri da mangiare per i cani, potresti preferire evitarli.

  Divisore 2



Cosa c'è nel colorante alimentare?

I coloranti alimentari artificiali erano originariamente realizzati con catrame di carbone. Ora, i coloranti alimentari sintetici sono derivati petrolio o petrolio greggio. I prodotti finali sono testati per garantire che non contengano tracce di petrolio.

Alcuni coloranti alimentari sono realizzati con materiali a base vegetale, come il blu n. 2, lo stesso colorante indaco usato per colorare il denim. Altre fonti naturali di pigmento includono Curcuma , una pianta che cresce in India, e la cocciniglia, un estratto da un insetto che crea un colore rosso.

  colorante alimentare in ciotole con cucchiai

Credito immagine: Tabeajaichhalt, Pixabay

I coloranti alimentari sono sicuri?

I coloranti alimentari hanno una storia sordida nella nostra industria alimentare. Le aziende non sono state sempre oneste e trasparenti, spesso utilizzando coloranti alimentari per nascondere il deterioramento o lo scolorimento degli alimenti più vecchi. Alcuni dei colori contenevano anche materiali pericolosi come piombo e arsenico, aggravando il problema.

Quindi, il Food and Drugs Act del 1906 vietò l'uso di coloranti alimentari tossici. Il colorante alimentare approvato proveniva dal colorante di catrame di carbone. Negli anni '50, anche questo colorante di catrame di carbone fu bandito, portando agli emendamenti sugli additivi colorati del 1960, che emanavano una rigorosa supervisione per gli additivi coloranti negli alimenti umani e animali.

Ora, la Food and Drug Administration (FDA) regola rigorosamente tutti gli additivi coloranti utilizzati negli alimenti. I colori certificati includono meno di 10 colori approvati e sono consentiti colori derivati ​​da pigmenti naturali in piante, minerali e animali. La FDA regola anche la quantità di colorante alimentare consentito e la sua indicazione sulla confezione.

  cane che mangia cibo da una ciotola per cani

Credito immagine: Mat Coulton, Pixabay

Ci sono coloranti alimentari nel cibo per cani? Sono al sicuro?

Secondo la FDA, i colori approvati sono sicuri negli alimenti per animali domestici e umani se usati come indicato. Alcuni coloranti alimentari hanno dimostrato di essere pericolosi in grandi quantità, ma questi non includono i colori approvati dalla FDA e devono essere usati in quantità molto più elevate.

Il Associazione dei funzionari americani per il controllo dei mangimi (AAFCO) consente gli additivi coloranti negli alimenti per animali domestici come definito nella legge federale sugli alimenti, i farmaci e i cosmetici:

  • Qualsiasi colorante, pigmento o sostanza che quando aggiunto o applicato a un alimento, farmaco o cosmetico o al corpo umano è in grado di conferire colore
  • Include sostanze che, se somministrate agli animali, conferiscono colore alla carne, al latte o alle uova
  • Include sostanze chimiche e di tipo alimentare

Per gli alimenti per animali domestici, tutti gli additivi colorati certificati sono 'artificiali' per definizione e i colori approvati dalla FDA. I colori esenti da certificazione derivano da fonti naturali, come piante, minerali, alghe o animali. Anche i colori devono essere etichettati ed elencati.

In breve, secondo FDA e AAFCO, gli additivi coloranti sono sicuri per il cibo per cani. La ricerca limitata in quest'area rileva che è più probabile che i cani abbiano allergie alle proteine , non colorante alimentare. Tuttavia, questa non è un'area che è stata ampiamente studiata.

  cani che mangiano

Credito immagine: Phuttharak, Shutterstock

Posso tingere il mio cane con coloranti alimentari?

Alcune persone potrebbero voler sapere se possono tingere i capelli del loro cane. I coloranti alimentari umani sono generalmente sicuri, ma dovrebbero essere evitati i coloranti umani, come la tintura per capelli o la lacca colorata. Non è necessario tingere il cane e si corre il rischio di irritazioni cutanee e quindi è sconsigliato.

Se decidi di andare avanti, evita di applicare colorante alimentare su qualsiasi area del tuo cane con ferite aperte o piaghe e tieni il colorante alimentare lontano da aree sensibili come occhi, naso o all'interno delle orecchie.

Un'altra cosa da tenere a mente è che i coloranti alimentari si macchiano facilmente. Anche se puoi 'impostare' il colorante alimentare con un asciugacapelli, potrebbe comunque strofinarsi sui tuoi mobili o vestiti.

  Bulldog francese coccole accanto al proprietario

Credito immagine: Mylene2401, Pixabay

  Divisore 2

Conclusione

Nel complesso, i coloranti alimentari sono sicuri per i cani, sia negli alimenti che per uso topico. Molti alimenti per cani contengono additivi coloranti artificiali e naturali approvati dalla FDA e la ricerca limitata in questo settore presume che siano sicuri per il consumo umano e animale domestico. In definitiva, la scelta di utilizzare coloranti alimentari per i tuoi cani spetta a te.

+ Fonti